domenica 30 luglio 2017

ALPI APUANE: DIECI ANNI DI PASSIONE IN MTB!

Nel 2009 è nato il gruppo di cicloescursionismo della Sezione di Lucca del Club Alpino Italiano.


Pendici Monte Piglione (2009)

Da allora un susseguirsi di escursioni entusiasmanti, di amicizie durature, di esperienze positive di vita, perché la montagna è tutto questo: natura, scoperta, amicizia, valori e anche, non dobbiamo dimenticarcene, pericoli (il rischio zero in montagna, come nella vita non esiste). Abbiamo spaziato dall'Appennino alle Alpi Apuane, dai colli di Camaiore ai colli della Svizzera Pesciatina, dall'Altipiano delle Pizzorne ai Monti Pisani, senza dimenticare escursioni più semplici ma sempre interessanti, come da Lucca al mare sulla Ciclabile Puccini o le Cerbaie, fino ad arrivare fuori regione: Parco dei Cento Laghi, Appennino Ligure, e le plurigiornaliere in Alto Adige (Val di Funes e Parco di Fanes, Senes, Braies), in Alta Val Susa col "Tour Jaune de Barabbas” per sconfinare, quest'anno, in Francia nel bellissimo parco del Queyras.
 
Bike and trekking fino alla vetta del Monte Sumbra (2011)

Ma per un lucchese le Alpi Apuane, sono le montagne che rimangono più nel cuore, che tu sia appassionato di montagna o non lo sia, per forza di cose almeno qualche volta nella vita ti sarai soffermato con la punta del naso all'insù ad ammirare lo spettacolo delle Apuane, fin da bambino ti avranno indicato “guarda il profilo dell’Omo Morto, la Pania” magari ti sarai chiesto il nome di alcune di quelle cime impervie e dall'aspetto dolomitico che puoi osservare mentre sei sulla spiaggia in Versilia, dalla finestra del tuo ufficio sulla piana di Lucca e anche dalla Garfagnana.

Eremo di San Viviano (2011)

 Cime impervie che si staccano dal mare, all'apparenza poco adatte al cicloescursionismo, soprattutto a uscite sezionali di livello anche difficile ma ancora “umano”. Eppure il CAI di Lucca in questi anni ha collezionato una serie di uscite memorabili, esplorando cime, passi, paesi, paesaggi indimenticabili, portandoci fino alla vetta o a un passo da cime difficilmente raggiungibili in MTB. Essendo il Gruppo nato da una costola del gruppo di cicloalpinistico Apuane Extreme, le escursioni dei primi anni hanno talvolta affrontato passaggi ciclopalpinistici o si sono orientate sul bike and trek. Con il passare degli anni, il Gruppo ha a mano a mano aumentato il livello tecnico e l’impegno fisico richiesto diminuendo in parte o del tutto i tratti di puro trekking, senza nulla togliere ai principi e agli scopi chiari fin dalla nascita del Gruppo: natura, scoperta, esplorazione, amicizia la fanno ancora da padrone.

Monte Forato (2012)

Le Apuane ti rimangono nella mente e nel cuore, se sulla spiaggia della Versilia noti un bagnante rivolto con la sedia a sdraio dalla parte delle montagne che fa finta di leggere un grande classico, ma fra le pagine del libro nasconde la mappa delle Apuane, puoi starne certo è stato vittima della “Passione Apuana”… non lo disturbare… se si avvicina il figlio per andare a giocare lo sentirai dire “deh, lascia riposare i babbo” ma la sua mente è lì, a esplorare a cercare di individuare i passi, le cime.
 
Alpe di Puntato (2014)

Un libro si potrebbe scrivere su questi itinerari, a quasi 10 anni dalla nascita del Gruppo MTB CAI Lucca è giunta l’ora di fare quantomeno una breve, ma esauriente, rassegna delle escursioni fatte, divisibile idealmente in due periodi.

Marmifera che sale da Arni fino al Passo Sella (2015)
 
Nel primo quinquennio fino al 2012 spesso le escursioni hanno previsto la formula del bike and trek, a piedi siamo arrivati fino alla cima dei Monti Piglione, Prana, Sumbra e Forato o fino a luoghi caratteristici come l’Eremo di San Viviano sotto Campocatino.

Nei pressi della Foce del Termine (2016)

A cavallo fra i due periodi per cinque anni consecutivi con cinque escursioni diverse si è svolta “San Rocco Christmas”: ci siamo spinti sia verso la Mediavalle toccando i paesi di Vetriano e Celle di Puccini sia verso le vette delle Apuane fino ad arrivare alla Croce del Termine. Giunti al paese di San Rocco è stato sempre presentato il calendario dell’anno successivo dopo un’abbondante pranzo conviviale.

Cave del Monte Altissimo (2016)
 
Il secondo quinquennio 2013-2017 ha visto un’evoluzione del gruppo con uscite che talvolta hanno alzato l’asticella dal punto di vista tecnico: Via del Lucente, Puntato e Col di Favilla (giro annoverato anche nel libro edito da RCS-CAI “Montagne a pedali”, disponibile presso la nostra biblioteca), Foce della Pompanella, Periplo Monti Fiocca e Sumbra, Campallorzo, Terrinca, Colle Cipollaio, Mosceta (collaborazione col CAI Parma) e Città di Seravezza.

Marmifera che sale dal Rifugio "Le Gobbie" (2016)

In alcuni casi sono stati programmati dei Field-Out, ovvero cicloescursioni non in calendario e non aperte all'esterno del Gruppo Lavoro, per affrontare itinerari che oltre ad un ottimo allenamento e buone capacità tecniche richiedevano lunghi tratti di portage in chiave cicloalpinistica non adatti a tutti i palati, ma sicuramente molto affascinanti: Monte Gabberi e soprattutto il recente giro del Monte Croce organizzato a maggio 2017 in occasione della fioritura delle giunchiglie, quasi 70 km per 2500 metri di dislivello, con passaggi anche delicati da affrontare con bici al seguito, come “la Fonte del Pallino”.
 
Portage sul crinale del Monte Croce (2017)

Sono state organizzate anche escursioni all'ultimo tuffo da alcuni membri del Gruppo Lavoro: come la cicloalpinistica Monte Sumbra con ferrata, ovviamente affrontata con imbrago e bici legata allo zaino.

Ferrata del Monte Sumbra (2017) 

L'ultima tappa apuana in programma a luglio 2017 è stata un ritorno alle origini, con la formula bike and trek: nelle nostre escursioni ci siamo passati molte volte sotto, ma era lì che ci aspettava e questa volta non poteva mancare all’appello; lasciate le bici al rifugio Alto Matanna, abbiamo affrontato a piedi l’ascesa fino alla Croce del Monte Matanna che si affaccia sul burrone Sigliora, per ammirare il tramonto.

Panorama da Campallorzo (2017)

Abbiamo finora trascurato la parte nord delle Apuane, ma non vi preoccupate: ci rifaremo a breve!!! State connessi!!! Campo Cecina, Brugiana, Monte Belvedere (Pasquilio), Via Vandelli ecc... stiamo arrivando!!!

Testo: Andrea Simi
Foto: archivio CAI Lucca